Beata innocenza

Oltre all’amorevole cura di una muta di cani (ci allieta infatti con la sua presenza un’intera famiglia, composta da madre, padre e due figli), l’assenza dei genitori qui nella natìa magione richiede anche la sostituzione di mia madre nel far fare i compiti a un bambino di otto anni ritenuto intrattabile ma presto ricondotto a ragione dalla vocazione pedagogico-nazi-socialista della sottoscritta (più o meno ho gli stessi metodi di un precettore ottocentesco; ma -ehy!- ho anche un appeal niente male sui cinni di turno, dato che l’altra mia principale vocazione -cioè quella di sparare cazzate- trova fertile terreno e libero sfogo in questo tipo di attività, e allora vai coi racconti dei Galli che mozzavano la testa al nemico e l’appendevano alla sella del cavallo, delle giare piene di vino che si mettevano sottoterra e avevano un diametro di un metro e mezzo e tutte ‘ste cose qui che ai ragazzini ce piacciono).

Insomma, ieri pomeriggio stiamo facendo i compiti di grammatica.

Scrivi quattro verbi e coniugali al presente, al passato e al futuro.

Io: – Allora, qual è il primo verbo che scegli?

Lui: – Mmmm…Correre!

Io: – Perfetto. Coniugalo.

Corro, ho corso, correrò.

Io: – Poi?

Lui: – Aprire!

Apro, ho aperto, aprirò.

Io: – E dopo?

Lui: – Mmmm….giocare.

Gioco, ho giocato, giocherò.

Io: – Manca l’ultimo.

Lui: – Spruzzare!

Spruzzo, ho spruzzato, spruzzerò.

————-

1. CORRO – 2. APRO – 3. GIOCO – 4. SPRUZZO.

————-

Lui: – Perchè ridi?

Io: – Niente, niente.

Lui: – No, perchè ridi?

Io: – Niente, vai avanti. Leggi il prossimo esercizio.

————-

[quando si dice la capacità di sintesi…proprio vero che a saperla cogliere, la lucidità d’analisi della beata ingenuità, alle volte, dà lezioni illuminanti…]

————-

[peraltro, queste sono le quattro fasi che in genere si conservano invariate nel cervello di un uomo dagli otto agli ottantotto anni: 1. rincorrere come un cucciolo con la lingua ‘dde fori l’agognato oggetto del desiderio; 2. spalancare il magico scrigno delle meraviglie; 3. divertirsi un po’ con quest’ultimo; 4. l’inevitabile conseguenza delle tre azioni di cui sopra.]

————

[…e non dite che vedo doppi sensi dappertutto; avreste riso anche voi.]

Annunci

~ di cocochanel su aprile 11, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: