Lo sapevo.

colon-traverso.gif 

Lo sapevo, in fondo.

In cuor mio l’ho sempre saputo, che sarebbe successo. Gli amici, poi, mi avevano avvertita più d’una volta.

Ma io ho voluto seguire le ali del vento, e lasciarmi andare a quello che, mi illudevo, fosse il mio destino. C’erano dei rischi, certo. Sapevo anche questo. Ma un po’ ci speravo.

Era logico, no? Logico che anche lui dovesse tradirmi, prima o poi, come hanno fatto tutti gli altri, a parte uno (uno scozzese, per la precisione). D’altronde, ultimamente, abbiamo troppo abusato l’uno dell’altra. 

Credevo che lui fosse diverso, invece no.

E allora “divorzierò” anche da lui; la nostra storia finisce qui: tanto alle batoste ci sono abituata, e una volta presa una decisione, sta’ sicuro che non torno indietro, no. Alle delusioni so reagire: dopotutto, sono sopravvissuta altre volte alla fine di una storia.

Ricordo che la prima volta fu con uno che veniva dal Centro America: ci amammo molto, intensamente. Io non riuscivo quasi più a immaginare le mie serate senza di lui. Non credevo che avrebbe mai potuto farmi del male. E poi, una sera, tac!

Mai stata così di merda, ragazzi. E allora, il mattino dopo, aprendo la finestra e guardando il sole che sorgeva, mentre una leggera brezza mi accarezzava i capelli, giurai a me stessa che non sarebbe mai più capitato, e dissi tra me e me: “Ora basta! Con me hai chiuso, Rhum!”.

E invece, ragazzi. Quante altre volte ancora il mio cuore è andato in frantumi. Dopo Rhum, ho definitivamente divorziato anche con Gin, Wodka, Amaro Montenegro….

E ora, ora tocca a te.

Addio, fedele compagno di avventure. Morbido e gentile, mai eccessivo.

Mi hai fatta tanta compagnia, ma è venuto il momento di lasciarci.

Addio. Ti penserò.

Addio, Spritz.

[Allora, ci siete cascati? Ma vi pareva che sul mio blog potessero apparire brani di un tale ributtante schifo? Se ve la siete bevuta senza che vi sorgesse il minimo dubbio, allora vuol dire che non mi conoscete bene. Comunque: tutto ciò per dire che dopo mesi -per la precisione quasi sei- di strenua resistenza e di eroica abnegazione, il mio corpo ha ceduto. Ha issato bandiera bianca, arrendendosi al nemico. Sapevo che questa vita di genio e sregolatezza avrebbe avuto un termine segnato da un limite fisico. Il mio amico Dott. E. C., l’altra sera, mi ha diagnosticato una leggera colite. Allora ho pensato che forse era il caso di troncare la mia splendida love story con Spritz, che il Dott. E. C. ritiene principale responsabile della resa incondizionata del mio colon traverso, insieme all’alimentazione non proprio da manuale degli ultimi tempi. Devo già ringraziare se non mi è venuta la pellagra, ragazzi, con la carenza di vitamine e la super abbondanza di zuccheri, carboidrati e proteine a cui ho sottoposto la mia povera carena in queste settimane. Beh, comunque per la cronaca ieri mi sono portata in biblioteca la “schiscetta” -cioè pranzo al sacco, per chi non fosse di lingua gallo-celtica- più triste della terra: zucchine bollite e mele cotte senza zucchero. E’ già qualcosa, no?]

P.S.: forse vi starete chiedendo perchè diavolo ho raccontato tutte queste cose di cui non frega niente a nessuno sul mio colon. Beh, volevo evitare di parlare delle ultime uscite dell’Osservatore Romano a proposito di quanto è stato detto al concertone del primo maggio, e del coro scandalizzato dei sindacati a proposito delle stesse affermazioni. Cioè, in altre parole: ho voluto evitare di vomitare sulla tastiera scrivendo il post. Questa volta era davvero troppo, così ho preferito inserire un insignificante e neutro fatto di cronaca come gli acciacchi del colon e il divorzio da Spritz.

Tanti saluti, nè!

Annunci

~ di cocochanel su maggio 4, 2007.

2 Risposte to “Lo sapevo.”

  1. mannaggia… te lo dicevo io che lo Spritz fa male!
    Vai di assenzio, quello sì che è un toccasana 😉

  2. Infatti, Edo!
    Lo dicevo, che gli amici mi avevano avvertita!

    Coco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: