E se io muoio da partigiano…

Cari genitori,

io non ho più l’onore di vedervi dunque vi faccio i miei saluti e baci. Io lascio la mia roba che ho e che mi spetta alla mia cara sorella Sartoretti Lidia. Io e tutti i miei compagni veniamo uccisi oggi 28 alle 7:30 qua a Novara. Mi raccomando almeno voi di non prendervela altrimenti potreste morire di crepacuore.

I miei vestiti li lascio al babbo.

Quello che vi posso dire è che io sono innocente e non ho fatto alcun male.

Non ho più niente da dire.

Vi faccio i più cari saluti e a Voi mamma cara perdonami.

Ciau sorella mia.

Ciau papà.

Ciau fratello.

Arrivederci in Cielo.

Paolo Steffanino, di anni 20. Fucilato a Novara il 28 dicembre 1943.

Domani, cari Amici, è una ricorrenza importante. Fermatevi, almeno un minuto, a pensare. Anche se questo probabilmente non è il mondo che tanti di loro sognavano, sessantadue anni fa, glielo dobbiamo.

Rispetti,

Coco.

Annunci

~ di cocochanel su aprile 24, 2007.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: