Abbronzatura da cantiere e richiamino anticlericale

asklepieion.jpg 

Oh, eccoci tornati in Italia, Cordiali Amici, dove è nuovamente a mia disposizione una tastiera dotata di vocali accentate.

Come souvenir dalla Grecia, mi sono portata una nuova e sexyssima abbronzatura da cantiere (sexy solo per gli archeologi, forse; io comunque la trovo gradevole). Avete presente? Quella col segno della canottiera.

mucca-in-riva-al-mare.jpg

E visto che rileggendo i precedenti post ho notato che è un po’ che non pratico il consueto anticlericalismo, vorrei fare un “richiamino” alla vaccinazione contro la religio (nel senso di superstitio) riportando qui un’Amaca di Michele Serra apparsa su “La Repubblica”di venerdì 6 aprile. Riguarda un personaggio che tutti abbiamo amato, il Marcellone Pera nazionale. Sentite un po’.

SENSAZIONI forti sulla Stampa di ieri. Un editoriale di Marcello Pera mette in guardia contro “Il rischio clericale”, e si sussulta già davanti all’edicola. Ma come? Il capo spirituale degli atei devoti ch si batte contro se stesso? Bisogna aspettare pochi capoversi per svelare il mistero: Pera spiega che la colpa del dilagante clericalismo è dei laici, perchè non si sono battuti come dovevano “per il risveglio religioso delle coscienze” e “del cristianesimo come religiome civile”. Perchè “senza una religione o una fede non c’è neppure un popolo”.

Dunque, se abbiamo ben capito, se l’Italia pullula di preti che ci spiegano anche come farcire lo strudel, la colpa è dei laici che, oltre a farcire malissimo lo strudel, non si battono per i valori religiosi (al posto dei preti). L’obiezione sarebbe: ma scusi, Pera, perchè mai un non credente dovrebbe battersi per la Chiesa? Forse che si richiede a un monarchico di festeggiare il 14 luglio? O a un libertino di predicare la castità? Mi rendo conto, però, che è un’obiezione da anima semplice, quale in fondo io sono. La strategia di Pera è raffinata e vincente: il solo modo per arginare il Papato è diventare Papa. Io non saprei da che parte cominciare, ma Pera può farcela. Sarebbe il primo Papa non credente, per il quale Dio è un dettaglio, quello che conta sono gli ordini impartiti in nome suo. Chi avesse difficoltà a obbedire a Pera, come potrà esimersi da obbedire a Dio?

Con questo, cari Amici, vi saluto.

Presto (appena trovo il cavo della macchina fotografica) inserirò, sparse nei post, le immagini di Kos.

lungomare-di-kos.jpg

Annunci

~ di cocochanel su aprile 9, 2007.

Una Risposta to “Abbronzatura da cantiere e richiamino anticlericale”

  1. Ciao Coco, ben tornata di nuovo! Per quanto riguarda Pera, il rigetto anticlericale e lo strudel, ti dovrò raccontare i numeri che il suo spirito religioso (che quella sera si aggirava sui 70 gradi) lo ha portato a fare a Trento la vigilia di Natale 2005, il tutto documentato dall’Adige… A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: